Il teatro è presente massicciamente nella produzione respighiana, a conferma di come la fama di sinfonista sia limitativa rispetto alla varietà dei titoli e dei generi presenti nel catalogo.
Il teatro è stato da sempre uno degli interessi principali di Respighi, a partire dall'insoddisfacente esordio del Re Enzo.
In realtà la concezione teatrale di Respighi segue fondamentalmente la medesima volontà di rinnovamento musicale espresso nella produzione sinfonica e strumentale: Respighi "voleva riportare il melodramma sempre più alle sue origini, liberandolo dalla influenza del teatro wagneriano, voleva ritornare al recitativo spigliato ed espressivo, ai «pezzi chiusi» (E.Respighi e L. Bragaglia in "Il teatro di Respighi - 1978 Bulzoni Editore Roma").
Accanto ai titolo operistici, sono incluse le opere destinate al balletto, commissionate dalla compagnia dei Balletti Russi di Sergej Diaghilev, celebre coreografo dell'epoca.
Anche alcuni titoli puramente sinfonici (Trilogia Romana, Passacaglia, ecc...) hanno subito successivamente adattamenti in forma scenico/coreografica (ad esempio Antiche arie e danze per liuto è stata presentata in forma di ballo al Teatro alla Scala il 28 dicembre 1937).

Numero catalogo e anno di composizione Titolo Organico Strumentale Organico vocale Note
P 055
1905
Re Enzo.
Opera comica in 3 atti e 4 quadri. Libretto di Alberto Donini.
2 ottavini, oboi, clarinetti in la, fagotti, 2 corni in mi, 2 trombe in la, 3 tromboni triangolo, campane, timpani, piatti, grancassa, arpa ed archi. In scena: banda, trombe: arpe e mandolini. Enzo (t.), Lauretta (s.), Isabella (s.), Podestà (t.), Gigione (t.), Cucuberna (t.), Leonzio (bs.), Adalberto (t.), (br.), I Operaio (t.), II Operaio (br); 3 Ambasciatori, Il Bifolco d’Anzola. Coro: Goliardi (t.), Guardie (bs.), Corteo (t. e bs.), Popolo (t. e bs.), Mariti (t. e bs.), Donne (s. e ctr.). Prima esecuzione: Bologna, Teatro del Corso, 12 marzo 1905. Direttore: Pietro Cimini.
Per espressa volontà di Respighi, l'opera è inedita.
P 076
1908
Al mulino.
Opera in due atti su libretto di Alberto Donini
Ottavino, 2 flauti, 2 oboi, corno inglese, clarinetti, 2 fagotti, 4 corni in fa, 3 trombe in si bem., 2 tromboni tenori, trombone basso, basso tuba, grancassa, piatti, triangolo, tam-tam, 2 timpani, arpa ed archi. Maria, soprano; Anatolio, basso; Nicola, basso; Pope, basso; Aniuska, soprano; Sergio, tenore; Un Ufficiale, tenore. Coro: Deportati, tenori e bassi; Contadini, soprani, contralti, tenori e bassi. Prima esecuzione: Bologna, audizione privata in casa della cantante Margherita Durante, giugno 1908.
P 094
1910
Semiráma.
Poema tragico in tre atti di Alessandro Cerè
Ottavino, 2 flauti, 2 oboi, corno inglese, clarinetto piccolo in mi bem., clarinetti in si bem./la, 2 fagotti, controfagotto, 6 corni in fa/mi, 3 trombe in si bem./la, 3 tromboni, basso tuba, triangolo, sistro, piatti ecc., 3 timpani, celeste, grancassa, xilofono, tam-tam, arpa ed archi. In scena: 2 oboi, arpa, sistro. Semirâma, soprano; Susiâna, soprano; Merôdach, tenore; Falâsar, baritono; Ormus, basso; Satibara, basso; 2 Schiave, soprani, Prima esecuzione: Bologna, Teatro Comunale, 20 novembre 1910. E. Bland (s.), M. Llacer (s.), G. Borgatti (t.), E. Fati-Canti (br.), G. Cirino (bs.), D. Casadio (bs.). Dir.: Rodolfo Ferrari.
P 100
1914
Marie Victoire.
Opera in 4 atti e 5 quadri. Libretto di Edmond Guiraud
Ottavino, flauti, oboi, corno inglese, clarinetti, clarinetto basso, fagotti, corni, trombe, tromboni, tam-tam, timpani, arpa, campana (orologio) e archi. Marie de Lanjallay, soprano; Lison Fleuriot, soprano; Maurice de Lanjallay, baritono; Cloriviére, tenore; Simon, baritono; Brutus Cloteau, basso; Kermarek, baritono; Caracalla, basso; Le Marquis de Langlade, tenore; Le Marquis de Grandchanmp, baritono; Du Fölgoet, basso; Le Commissaire, bassso; La Novice, soprano; Le Vicomte, baritono; Le Mouton, baritono. Choeurs: hommes et femmes du peuple, sectionaires jacobins. Inedito
P 120
1918
La boutique fantasque. Balletto su musiche di G. Rossini Ottavino, 2 flauti, 2 oboi, corno inglese, 2 clarinetti in la, 2 fagotti, 4 corni in mi, 3 trombe in la, 3 tromboni, tuba, timpani, tamburo, triangolo, xilofono, campane, piatti, celesta, arpa e archi. OUVERTURE: tempo di marcia. Allegretto. Vivo. TARANTELLA: Allegro con brio, Vivo. MAZURCA. Vivo. Lento. Moderato. Vivacissimo. DANCE COSAQUE: Allegro marcato. Vivo. Allegretto brillante, Vivace. CAN-CAN: Allegretto grottesco. Vivacissimo. Andantino mosso. VALSE LENTE: Andantino moderato. Con brio, Allegretto moderato. NOCTURNE: Andantino. GALOP: Vivacissimo. Allegro brillante, Prestissimo. Tempo I. Prima esecuzione: Londra, Teatro Alhambra, 5 giugno 1919. Compagnia dei Balletti Russi di Sergej Diaghilev.
P 126
1920
Le astuzie femminili (Domenico Cimarosa). Melodramma giocoso in due atti e quattro quadri, libretto di Giuseppe Palomba 2 flauti, 2 oboi, 2 clarinetti in si bemolle, 2 fagotti, 2 corni in fa, 2 trombe in si bemolle, 3 tromboni, percussione, timpani, clavicembalo (o pianoforte) ed archi.
Organico vocale: Giampaolo (bs. comico), Bellina (s.), Romualdo (br.), Filandro (t.), Ersilia (s.), Leonora (ms.).
Sinfonia. Parte prima. Parte seconda. Intermezzo. Parte terza. Parte quarta, Balletto. Prima esecuzione: Parigi, Teatro dell’Opéra, 27 maggio 1920.
Corpo di ballo della Compagnia di Balletti Russi di Sergej Diaghilev.
P 127
1920
La serva padrona (G. Paisiello).
Intermezzo. Libretto di G. A. Federico. Recitativi e strumentazione di O. Respighi.
     
P 129
1920
La pentola magica. Azione coreografica in due quadri su temi popolari russi. Ottavino, flauto, oboe, 2 clarinetti in la, fagotto, 2 corni in mi, 2 trombe in la, 3 tromboni (il III anche basso), timpani, batteria (gran cassa, piatti, triangolo, tamburo, tamburo basco), celesta, carillon, arpa ed archi. 1. Preludio (Grecianninov) - 2. Canzone armena - 2 bis. Danza – 3. Entrata dello Tzar coi fidanzati (Arenski) - 4. Scena dello Tzarewich (Paciulski) - 5. Danza degli arceri tartari (Rubinstein) - 6. Introduzione e danza - 7. Danza cosacca (Kosaciok) - 8. Danza della seduzione - 9. Scena dei baci e arrivo dello Tzar - 10. Finale (Rabikaff). Prima esecuzione: Roma, Teatro Costanzi, novembre 1920. Corpo di ballo della Compagnia di Balletti Russi di Ileana Leonidov.

P 130
1920

Scherzo veneziano (titolo originale autografo: “Le astuzie di Colombina”). Azione coreografica di Ileana Leonidov. Ottavino, flauto, oboe, 2 clarinetti in la/si bem., fagotto, 2 corni in fa/mi, 2 tmmbe in si bem./la, 3 tromboni, arpa, celesta, timpani, carillon, triangolo, tamburo basco, piatti, raganella ed archi. Note: tromboni: 2 tenori e uno basso, timpani: 3 ad libitum. Quadro primo - Intermezzo - Quadro secondo. Prima esecuzione: Roma, Teatro Costanzi, 21 novembre 1920. Interprete principale: Ileana Leonidov. Corpo di ballo della Compagnia di Balletti Russi di Ileana Leonidov. Realizzazione di Aldo Molinari.
P 134
1921
La bella addormentata nel bosco.
Fiaba musicale in 3 atti di Gian Bistolfi (da Perrault)
    Prima esecuzione: Roma, Teatro Odescalchi, 13 aprile 1922. Protagonista: Cisse Vaugham. Compagnia stabile de “I Piccoli” di Vittorio Podrecca
P 137
1922
Belfagor.
Commedia lirica in un prologo, due atti e un epilogo di Claudio Guastalla (dalla commedia omonima di Ercole Luigi Morselli)
Ottavino, 2 flauti, 2 oboi, corno inglese, clarinetto piccolo in mi hem., 2 clarinetti in si bem., 2 fagotti, controfagotto, 4 corni in fa, 3 trombe in si bem., 3 tromboni, basso tuba, 3 timpani, triangolo, raganella, tamburo, gran cassa, piatti, tam-tam, xilofono, campanelli, campane, celesta, arpa e archi.
Organico vocale: Belfagor, br.; Mirocleto, bs., Olimpia, ms.; Candida, s.; Fidelia, s.; Maddalena, s.; Baldo, t.; Don Biago, bs.; Menica, ms.; Un Vecchio, bs.; Un Ragazzo, s.; Il Maggiordomo, figurante. 
Prima esecuzione: Milano, Teatro alla Scala, giovedì 26 aprile 1923. Interpreti: Mariano Stabile (Belfagor), Gaetano Azzolini Mirocleto), Anna gramigna (Olimpia), Margaret Sheridan (Candida), Tea Vitelli (Fidelia), Cesira Ferrari (Maddalena), Francesco Merli (Baldo), Giovanni Azzimonti (Don Biagio/Il maggiordomo del Signor Ypsilonne), Ida mandarini (Menica), Amleto Galli (Un vecchio), Giuseppe Nessi (Un ragazzo). Direttore: Antonio Guarnieri. M° del Coro: Vittore Veneziani. Dir. Gen. della messa in scena: Giovacchino Forzano. Scene dipinte da Vittorio Rota su bozzetti di Cesare Fratino.
P 152
1927
La campana sommersa.
Opera in 4 atti su libretto di Claudio Guastalla, dal dramma di Gerhart Hauptmann
Organico strumentale: ottavino (flauto III), 3 flauti, 2 oboi, corno inglese, 2 clarinetti, clarinetto basso, 2 fagotti, 4 corni, 3 trombe, 2 tromboni tenori, trombone basso, tuba, timpani, grancassa, campanelli, piatti, tam-tam, triangolo, tamburo basco, xilofono, incudini e martelli, arpa, celesta, organo, campana, archi.
organico vocale: Rautendelein (s.), Magda (s.), La Strega (ms.), La Vicina (ms.), La Prima Elfe (s.), La Seconda Elfe (s.), La Terza Elfe (ms.), Enrico (t,), L’Ondino (br.), Il Fauno (t.), Il Curato (bs.), Il Maestro (br.), Il Barbiere (t.), Il Primo Bimbo (recitante), Il Secondo Bimbo (recitante), Un Nano (recitante). Coro delle Elfi: soprani, mezzosoprani, contralti. Coro dei Bimbi: voci bianche.
prima esecuzione: Hamburger, Stadtteater, 18 novembre 1927. Direttore: Werner Wolff. Interpreti: G. Callam, E. Land, S. Kalter, F. V. Issendorf, F. Singler, S. Bock, E. Homann, C. Graarud, J. Degler, P. Schwarz, R. Bockelmann, H. Taubert, K. Waschmann.
P 170
1931
Maria Egiziaca. Mistero. Trittico per concerto. Poesia di Claudio Guastalla Organico strumentale: flauto, oboe, 2 clarinetti in si bem., fagotto, 2 corni in lo, tromba in si bem., 2 tromboni, clavicembalo (o pianoforte), archi. organico vocale: Maria (s.), Il Pellegrino (br.), L’Abate Zosimo (br.), Un Marinaio (t.), Il Lebbroso (t.), Un Compagno (s.), La Cieca (s.), L’altro Compagno (ms.), Il Povero (ms.). Coro misto: soprani, mezzosoprani, tenori, baritoni. La Voce dell’Angelo: soprano. Prima esecuzione: New York, Carnegie Hall, 16 marzo 1932. Direttore: Ottorino Respighi. Interpreti: C. Boerner, N. Eddy, A. Tedesco, H. Gleason, M. Leonard, Maestro del Coro: G. Setti. 1a esecuzione in forma scenica: Venezia, Teatro Goldoni, 10 agosto 1932. Direttore: Ottorino. Protagonista: Maria Caniglia.  
P 171
1931
Belkis, regina di Saba. Coreografia in 7 quadri di C. Guastalla Organico strumentale: ottavino, 3 flauti (il III con ottavino), 2 oboi, corno inglese, clarinetto piccolo in re/mi bem., clarinetto basso in la/si bem., 2 clarinetti in la/si bem., 2 fagotti, controfagotto, saxofono contralto in mi bem., 4 corni in mi/fa, 4 trombe in la/si bem., 3 tromboni, tuba bassa, timpani, grancassa, piatti, tamburo arabo, tamburo militare, tamburo basco, tamburo piccolo e tamburo grande, triangolo, tam-tam, macchina del vento, xilofono, campanelli, celesta, 2 arpe, pianoforte, organo e archi. Sulla scena: 3 trombe in si bem., 2 tube in do, 2 campane, tam-tam. organico vocale: il Narratore, Belkis, Salomone, Zaodito, Ebna Hakim, Zagdur, Taklè Aymanot, Mènylek, Le Spose di Salomone, Le Donne di Belkis, Gli Schiavi, Gli Scribi, Guerrieri Sabei e Israeliti, Il Popolo, L’Araba Fenice, Gli Uccelli, i Venti del Sud. Coro: soprani, contralti, tenori, bassi, mezzosoprani. Quadro I. Quadro II: danza degli uccelli, dell’offerta, dei venti del sud, dell’araba fenice. Quadro III: danze dell’aurora, passo del gallo, dei sette profumi, le lacrime. Quadro IV. Quadro V: danza guerresca, sullo specchio d’acqua. Quadro VI: danza delle vesti, mistica, cerchio d’amore. Quadro VII: danza delle anfore, sul tamburo, orgiastica. Prima esecuzione: Milano, Teatro alla Scala, 23 gennaio 1932. Direttore: F. Ghione. Coreografo: L. Massine. Interpreti: L. Bederkhan, D. Lichtenstein, A. Radice, V. Celli, G Mauri, E. Savaré, E. Telò, M. Beretta, S. Verri.
P 175
1933
La fiamma. Melodramma in 3 atti di Claudio Guastalla(da The Witch di G. Wiers Jenssen). Organico strumentale: ottavino, 2 flauti, 2 oboi, corno inglese, 2 clarinetti in la/si bem., clarinetto basso in la/si bem., 2 fagotti, controfagotto, 4 corni in mi/fa, 3 trombe, 3 tromboni, basso tuba, timpani, grancassa, tam-tam, arpa ed archi. organico vocale: Eudossia (ms.), Basilio (br.), Donello (t.), Silvana (s.), Agnese (ms.), Monica (s.), Agata (s.), Lucilla (ms.), Sabina (ms.), Zoe (ms.), Il Vescovo (bs.), L’Esorcista (bs.). Coro: soprani, tenori, contralti, bassi. Prima esecuzione: Roma, Teatro Reale dell’Opera, 23 gennaio 1934. Direttore: Ottorino Respighi. Interpreti: A. Buade (ms.), C. Tagliabue (br.), A. Minghetti (t.), G. Cobelli (s.), A. Martucci, A. Gravcenco (ms ), L. Pasini (s.), M. Artuffo (s.), G. Tremari (ms.), G. Sani (ms.), M. Mariani (ms.), M. Sasselli (bs.), A. Prodi (bs.). Direttore del Coro: A. Morosini.
P 176
1933
La bella dormente nel bosco.
Fiaba musicale in 3 atti. Libretto di Gian Bistolfi (da Perrault).
Organico strumentale: flauto, oboe, corno inglese, clarinetto in si bem./la, fagotto, corno in fa/mi, tromba in si bem./la, trombone, pianoforte, batteria ed archi. organico vocale: L’Usignolo (s.), Il Cuculo (ms.), L’Ambasciatore (br.), La Fata Azzurra (s.), La Principessa (s.), Il Buffone (t.), Il Re (br.), La Fata Verde (recitante), La Regina (ms.), La Vecchietta (ms.), Il Gatto (ms.), Il Fuso (s.), Il Boscaiolo (br.), La Duchessa (ms.), Il Principe Aprile (t.). Coro: sprani, mezzosoprani, contralti, tenori e bassi. Prima esecuzione: Torino, Teatro di Torino, 9 aprile 1934. Direttore: Ottorino Respighi.
P 180
1935
Lucrezia.
Istoria di Claudio Guastalla. Un atto in 3 momenti. Partitura completata da Elsa Respighi.
Organico strumentale: ottavino, 2 flauti, 2 oboi, corno inglese, 2 clarinetti in si bem., 2 fagotti, 4 corni in fa, 3 trombe in si bem., 2 tromboni tenori, trombone basso, tuba, piatti, grancassa, tam-tam, archi. organico vocale: La Voce (ms.), Lucrezia (s.), Servia (ms.), Venilia (s.), Collatino (t.), Bruto (t.), Tarquinio (br.), Tito (br.), Arunte (br.), Spurio Lucrezio (bs.), Valerio (bs.). Prima esecuzione: Milano, Teatro alla Scala, 24 febbraio 1937. Direttore: Gino Marinuzzi. Interpreti: E. Stignani (ms.), M. Caniglia (s.), M. Marcucci (ms.), R. Villani (s.), P. Civil (t.), E. Parmeggiani (t.), G. Viviani (br.), L. Paci (s.), E. Coda (br.), B. Camassi (bs.).


I contenuti di questo sito sono liberi, come libera è la pubblicazione di qualsiasi intervento attinente gli argomenti proposti. Se si desidera fornire il proprio contributo critico, musicologico o altro, basta inviare una mail, allegando al contenuto da pubblicare un sintetico profilo dell'autore. Grazie. 
ideazione e realizzazione M° Daniele Gambaro